Area cani: 11 cose da NON fare

Le aree per cani sono una risorsa molto importante, soprattutto nelle città dove non ci sono parchi o zone verdi in cui poter far correre indisturbati i nostri amici pelosi. L'ideale sarebbe realizzarle in grandi spazi, magari con la possibilità di suddividere le aree e avere dei controllori competenti in grado di dare consigli sui giusti approcci e sedare eventuali risse. Spesso, invece, sono solo mini-prati recintanti, senza un regolamento ben definito. Ecco perché abbiamo deciso di stilare una lista di consigli utili su quello che si può, ma soprattutto, NON si può fare all'interno degli sgambatoi.

In alcuni paesi puoi trovare aree sgambamento cani con regolamenti dettagliati, stilati dal Comune, affissi fuori dalla recinzione. Ma sono casi rari. Molte delle regole dell'area cani sono leggi non scritte, che richiedono prima di tutto rispetto, educazione e buon senso.
Un esempio? È raccomandato chiedere sempre il permesso, prima di entrare, se c'è già qualcuno dentro. Non tutti i cani amano stare con loro simili che non conoscono e sono pronti al confronto.
Spesso l'area sgambamento cani è per loro un momento di sfogo e liberazione, che non vogliono condividere con nessun altro.
Alla fine, se ci pensi, le aree cani sono pur sempre dei recinti, e la costrizione in uno spazio limitato assieme ad altri cani può risvegliare negli animali motivazioni di razza protettive, competitive e predatorie.

Se vedi che c'è incompatibilità tra chi c'è dentro e chi c'è fuori, aspetta ad entrare, ma non metterti in attesa davanti al cancello, come quando fai la fila in posta. Così rischi di mettere ansia a entrambi i cani. Prenditi (e concedi agli altri) un po' di tempo: fai una passeggiata lì attorno, siediti su una panchina, goditi un momento di relax. Quando sarà il vostro turno, tu e il tuo cane potrete entrare e darvi alle corse più sfrenate, in tutta tranquillità.

Ovviamente, come in tutte le zone pubbliche, anche nello sgambatoio cani è obbligatorio raccogliere le deiezioni degli animali. Se sei fortunato potresti trovare anche un dispenser di sacchetti igienici messo a disposizione dal Comune, ma per sicurezza è sempre meglio avere con sé tutto l'occorrente. Come sicuramente saprai di sacchetti igienici ce ne sono di tutti i tipi ma, se nel tuo Comune le deiezioni del cane possono essere gestite nell'umido, ti consigliamo il tipo in amido di mais completamente biodegradabile e compostabile come questi:



A proposito di regolamento area cani, è importantissimo conoscere anche le cose da NON fare. Le abbiamo elencate qui, sulla base delle nostre esperienze e di quelle dei nostri amici a due e quattro zampe.

Nell'area per cani evita di...

  1. Mangiare o dare cibo al tuo cane o, peggio, agli altri. Anche un semplice biscotto può diventare una risorsa da contendersi e dare adito ad una provocazione che potrebbe finire in rissa. A proposito di cibo, fai attenzione a quello che c'è in giro: a volte qualche delinquente lascia bocconi avvelenati nelle aree cani che il tuo amico a 4 zampe potrebbe scambiare per deliziosi spuntini. A Ferrara c'è un corso di formazione in partenza tra pochi mesi per insegnare ai cani a riconoscere le "polpette maledette".
  2. Lanciare palline, giochi o legnetti trovati nel parco. Anche in questo caso, come per il cibo, scatta la competizione per la difesa e il possesso. E se per il tuo cane può sembrare un gioco divertente, per altri può trasformarsi in una vera e propria gara del più forte.
  3. Far giocare insieme cani di taglie troppo diverse tra loro. Chi sostiene che "più cani ci sono, più ci si diverte" sbaglia. Ogni cane è un individuo a sé, con le sue esigenze e le sue preferenze. Valuta quindi età, sesso, stazza, compatibilità e carattere di chi si trova già nell'area cani, prima di entrare, per evitare incidenti. Anche solo giocando, un cane di taglia grande può fare male ad un cane micro e, viceversa, il cane di taglia grande può stirarsi un muscolo giocando a rincorrersi con un cane piccolo ma veloce ed agile.
  4. Portare nello sgambatoio per cani dei cuccioli che non sono abituati alla socializzazione. Se hai appena adottato un cucciolo è consigliato fargli seguire dei percorsi specifici, come le puppy class, per insegnargli a interagire in maniera corretta con gli altri cani, giovani e adulti, in uno spazio controllato.
  5. Prendere in braccio il cane, pensando di tenerlo al riparo dai pericoli. Quello che otterrai sarà invece l'esatto opposto. Se prendi in braccio il tuo cane quando è in mezzo ad altri cani rischi di attirare tutta l'attenzione su di lui/lei, stimolando negli altri l'istinto predatorio o anche semplicemente curiosità indesiderata e, di conseguenza, portando il tuo cucciolo a difendersi e difenderti a tutti i costi, diventando anche aggressivo. Il risultato? Potresti uscirne con un bel morso anche tu.
  6. Tenere il cane al guinzaglio. È una regola base delle aree cani, che nascono proprio come spazi in cui i cani possono stare legalmente sciolti, purché ci sia sempre il padrone o un umano adulto a controllarli. Te lo immagini un cane legato e tenuto al guinzaglio, che guarda gli altri che corrono liberi e indisturbati, senza poterli avvicinare, conoscere e soprattutto senza poter scappare per difendersi? Una situazione sicuramente ad alto carico di stress.
  7. Far entrare nell'area cani una femmina in calore. Ciò vale anche se l'area è vuota, perché i feromoni rilasciati nella pipì potrebbero letteralmente far impazzire i maschi e scatenare risse.
  8. Urlare o strattonare il cane. Posto che il tuo cane esige rispetto, se non ti ascolta non è il caso di agitarsi. Esci un attimo, dai tempo al tuo animale di riprendersi e sbollire e, una volta che si sarà calmato, potrai rientrare, altrimenti si continuerà la passeggiata da un'altra parte.
  9. Portare in area cani animali che non amano stare con gli altri cani o cani difficili/agitati. Proprio per quanto detto prima, per evitare scenate isteriche (dall'una e dall'altra parte) se non è giornata, lascia perdere lo sgambatoio. È una forma di rispetto per gli altri, che sono lì per divertirsi e non per accumulare stress, ma soprattutto per voi. L'uscita insieme, specie se deve essere di qualità perché sei spesso impegnato con la famiglia e il lavoro e il tempo è poco, deve essere un momento piacevole, non una sofferenza.
  10. Confondere l'area cani con il parco giochi dei bambini. Posto che, da soli, i bambini proprio non dovrebbero essere ammessi, anche se in compagnia dell'adulto i minori devono sempre stare vicino a mamma e papà. 
  11. Distrarti. Non perdere mai di vista il tuo cane, per nessun motivo. Se hai seguito dei percorsi di socializzazione e comunicazione cinofila saprai riconoscere per tempo le diverse situazioni e intervenire con prontezza e determinazione. Ti consigliamo di leggere anche questo articolo sull'assicurazione per cani visto che, per legge, sei tu a doverti assumere la responsabilità se succede qualcosa al tuo cane o agli altri.

Se vivi in appartamento e hai un cane che non risponde sempre al richiamo, queste aree sono comode per fare un po' di corse, ma non devono essere gli unici momenti di libertà. Puoi sempre seguire e frequentare con il tuo compagno peloso un campo cinofilo e partecipare alle attività organizzate, rafforzando così il vostro rapporto e imparando a conoscere il tuo animale, in un contesto sicuro e pensato apposta per lui.

Vuoi sapere quali sono le discipline cinofile e dove puoi praticarle? Dai un'occhiata ai prossimi corsi in programma, nostra pagina Eventi, e trova quello più vicino a te.